Home » SEO » Il mobile friendly sarà un fattore di Ranking

Il mobile friendly sarà un fattore di Ranking

E tu sei mobile-friendly?

C’era da aspettarselo, ed era ormai inevitabile, oramai i segnali che questo cambiamento sarebbe arrivato sono sbucati un po’ da tutte le parti:

Essere mobile-friendly sarà un fattore di ranking per Google sulle ricerche da mobile!

Che Google stesse cercando di spingere i siti che si presentavano user friendly anche da mobile non è di certo una novità, e credo che non dovrebbe stupire nessuno. Dopotutto le ricerche da mobile sono in costante crescita, ed è naturale che un’azienda come Google segua i trend di mercato, sopratutto quando sono così importanti.

Quando è cominciato a girare il concetto di responsive design mi ci sono subito interessato, avevo intuito che quello sarebbe stato il futuro del web design, del resto non ci voleva un genio per capirlo. Nel 2011 moltissime grandi aziende (come ad esempio Microsoft) cominciavano ad abbandonare i tanto discussi terzi livelli e varie versioni mobile alternative dei propri siti per passare ad un layout responsive.

Così ho fatto subito “i primi pasticci” con le media queries e compagnia cantante e i primi esperimenti di layout responsivi. Sinceramente non dico di essere stato il primo in Italia ad interessarsi alla cosa, ma sicuramente sono stato uno dei primi e più accaniti fan di questo metodo di pensare la veste grafica di un sito, questo quando qui da noi ancora molti non sapessero cosa fosse il responsive design.

Dal 21 aprile Google premierà i siti responsive

Ci sono voluti si e no 4 anni per permettere a tutti di allinearsi a ciò che il mercato richiedeva e adesso Google ha deciso di darci un taglio netto. Se il tuo sito non sarà mobile-friendly probabilmente sarai penalizzato nelle SERP delle ricerche da mobile rispetto ai siti che si sono meritati l’ormai agognata etichetta.

etichetta-mobile-friendly

Il Web lab di Luca Raldiri (ovviamente) è mobile-friendly da diverso tempo

Ovviamente mamma Google nei mesi scorsi ci ha preparato tutta una serie di strumenti per permetterci di testare il nostro sito e vedere se siamo in linea con le sue specifiche. Primo fra tutti il tool per il testing della pagine mobile-friendly che ci permette di testare le nostre pagine.

Ma una delle grandi novità che mi ha fatto molto piacere è stato il modo con cui Google ha deciso di muoversi. A differenza del passato ha dato a tutto il mondo una data precisa, il 21 Aprile, quindi con largo anticipo, e ha spiegato per filo e per segno in modo chiaro cosa succederà. Sintomo che a Mountain View stanno capendo il reale impatto che le loro scelte hanno sul mercato. Del resto sparire dalle SERP mobile del motore di ricerca più utilizzato al mondo potrebbe essere una bella seccatura per diverse aziende.

Personalmente non sono preoccupato da questa notizia, come ho già detto cerco di proporre ai miei clienti già da tempo dei siti in responsive design, per tutti quelli che non hanno accettato il mio consiglio non posso che dire:

Odio dire “te l’avevo detto” ma te lo avevo detto!

Non vi nascondo anche che dopo aver letto la notizia, sono andato a buttare l’occhio sul sito di qualche competitor di alcuni progetti che seguo e mi sono sfregato le mani aspettando l’arrivo del 21 aprile, un po’ come si aspetta il natale.

Resta sempre aggiornato

Stai tranquillo! Non invio E-mail di Spam e non faccio decine di invi ogni settimana. Ti invierò di tanto in tanto un messaggio per tenerti aggiornato sulle novità e sui nuovi articoli!
Email
Secure and Spam free...