Home » Blog » La Cookie law è applicabile in Svizzera?

La Cookie law è applicabile in Svizzera?

Cookie-policy-per-i-bottoni-social

La cookie law oramai la fa da padrone da più di un mese sul web, è diventata l’incubo di molti addetti ai lavori. Un po’ perchè, nonostante tutti i chiarimenti che il Garante della Privacy ha dato nelle scorse settimane, persiste una grandissima confusione sul da farsi, riuscire a normalizzare i siti non sempre è possibile, e inoltre molti utenti realmente non capiscono l’utilità della cosa.

Tra il maremagnum di domande e dubbi che impazzano per la rete una delle più discusse riguarda le metodologie di individuazione di quei siti che sono obbligati ad adeguarsi alla normativa italiana: va da se che un sito italiano, di un’azienda italiano, magari su dominio .it ha poco di che farsi venire dei dubbi; ma cosa succede per esempio per siti di aziende estere?
Come saprete da più di un anno lavoro per un’azienda svizzera in Ticino, praticamente ad un tiro di scoppio dall’Italia, per cui per me (e per i miei clienti) è molto importante essere sicuri di essere in regola.

Il Garante della Privacy, invaso dalle richieste di chiarimenti su questo punto è stato abbastanza sbrigativo:

Gli obblighi si applicano a tutti i siti che installano cookie sui terminali degli utenti, a prescindere dalla presenza di una sede in Italia.

Questo significa che se un sito viene aperto da un dispositivo (tablet, smartphone o pc che sia), sul territorio italiano, deve essere conforme alla normativa sui cookie. Questa cosa, dal punto di vista dei miei clienti svizzeri, ovviamente non è stata vista benissimo. Dopotutto come può, il Garante della Privacy italiano, costringere dei siti esteri ad adeguarsi alle sue normative? Questo ha fatto si che le aziende più attente, e che magari devono tenere sotto controllo i rapporti con l’Italia, si sono comunque adeguate o lo stanno per fare. Mentre i più scettici stanno tergiversando. La discussione ovviamente non è ancora arrivata ad un suo fine e, nonostante diversi legali svizzeri consiglino di adeguarsi, molti titolari di siti web restano scettici.

Recentemente Wired Italia ha pubblicato una ricerca su come si sta allargando la Cookie Law al di fuori dell’italia, tra questi anche la Svizzera. Da questa intervista è chiaro che anche la Svizzera ha una sua normativa che riguarda la cookie policy dei siti web (RS 235.1), con le sue regole e le sue norme che comunque non discostano più di tanto da quelle del resto d’Europa.

Cosa fare quindi?

Onestamente, per quanto io sia tecnicamente polemico nei confronti di questa legge, non credo che ci sia molto da fare o da continuare a tergiversare. Bisogna cominciare ad implementare la cookie policy sui propri siti. So che può essere noioso, spesso difficile e soprattutto poco chiaro, ma questo è quanto.

Con Ticyweb, l’azienda per la quale lavoro, abbiamo già contattato diversi legali che ci hanno confermato la nostra linea di pensiero, per cui abbiamo fatto girare una newsletter informativa tra i nostri clienti. Abbiamo già adeguato diversi siti e siamo con le orecchie ben attente sulla questione per captare qualsiasi novità in merito. Per cui, se avete un sito, a prescindere se sia italiano o svizzero, e volete sapere quali sarebbero gli obblighi a cui adempiere potete contattarci per avere un’analisi gratuita ed una eventuale offerta di adeguamento se necassaria. Magari specificate che vi manda Luca Raldiri 😉 così magari mi danno un aumento 😛

Resta sempre aggiornato

Stai tranquillo! Non invio E-mail di Spam e non faccio decine di invi ogni settimana. Ti invierò di tanto in tanto un messaggio per tenerti aggiornato sulle novità e sui nuovi articoli!
Email
Secure and Spam free...